Orchidee, la mia grande passione

Orchidee, la mia grande passione

Saranno ormai più di sei anni che coltivo la mia passione per le orchidee.
Ne ho di vari tipi, dalla comune phalaenopsis ad un nuovo tipo che ho appena acquistato, di cui non so il nome, ma che riempie di un profumo incredibile la mia camera.
Cosa amo di queste piante?
La loro generosità.
Nella mia camera hanno trovato un habitat perfetto. C’è tantissima luce, così prosperano e riescono a darmi anche tre fioriture all’anno.
Fiori, fiori, fiori, che durano più di tre mesi e arricchiscono la mia scrivania di un fascino che mi ricorda le serre inglesi.
Direi che in effetti la mia scrivania è un po’ sovraffollata, con sei orchidee, cinque piante grasse e un vaso con dei fiori freschi che recido dalle mie piante, che ne fanno talmente tanti, tra rose e gerbere, che sono costretta a tagliarli per farle respirare.

Ne amo le sfumature, i colori. A volte quando i fiori delle orchidee si iniziano a seccare li inserisco nella pressa e, una volta essiccati e pressati, li raccolgo tutti in una scatolina, per riutilizzarli nello scrapbooking, o nel decoupage.

Profumo di primavera

Profumo di primavera

Stamattina mi sono svegliata e, aprendo la finestra, ho visto che tutte le rose del giardino erano sbocciate o quasi.
La luce è perfetta per fotografare, così mi sono armata di macchina fotografica, scarpe da jogging e sono scesa in missione ^^
Rose rosse, iris, rose gialle, screziate, bianche, piante di limone fiorite…
Che meraviglia di colori e profumi!
Immaginate il mio stupore quando mi sono accorta che, non solo erano tutte sbocciate, ma che erano ricoperte di luminose goccioline d’acqua che sembravano perle!
Vi lascio quindi qualche scatto, un piccolo assaggio dei fiori che amo 🙂

Iris bianco

Rosa Bianca

Boccioli

Rose gialle

Fiori di limone

Rose screziate

Rose rosse

Spero vi siano piaciute, a presto!!!

Arabian Nights

Arabian Nights

A volte grazie all’università si viene a contatto con nuove realtà. Ed è quello che è successo a me l’anno scorso.
Dovevamo lavorare ad un progetto di bonifica e riorganizzazione edilizia e urbanistica di un’area adiacente alle mura di Marrakech.
Così siamo saliti su un arereo e siamo andati sul posto per tre giorni.
E’ stato come fare un salto in una realtà parallela.
I colori, le piante, i fiori, i profumi…
Quello che colpisce subito, appena scesi dall’aereo è l’aereoporto, un’architettura moderna, molto bella.

Poi ci si immerge subito nell’atmosfera della città.
Ci sono bellissime piante di bouganvillea di tanti colori diversi, piante di arance lungo le strade principali, e.. asini! asini ovunque! Sono usati come mezzo di trasporto per la merce da portare al mercato della città.

Ecco, il mercato è: fantastico!
E’ un profluvio di colori e odori. Le spezie, onnipresenti e profumate, sono disposte nei banchi in alti coni colorati.
Lanterne bellissime in vetro e argento affollano i banchi circostanti, ma non solo.
Ci sono tantissimi tipi di abiti e calzature, erboristerie, e articoli in pelle.
Nella piazza principale ci sono gli incantatori di serpenti e persino delle scimmiette al guinzaglio, una addirittura con un abitino rosso a pois!
Questa piazza la sera è un grandissimo ristorante all’aperto.
Ogni stand ha un numero e si può gustare ogni genere di piatto tipico.
Ci abbiamo cenato una sera ed è stata una bellissima esperienza.

Ma quello che mi ha colpita di più sono stati i giardini.
I Jardin Majorelle, bellissimi, pieni di piante sconosciute, infondevano una calma incredibile. Ci siamo fermati per ben due ore a vederli e ne sono rimasta affascinata. La foto che vedete all’inizio l’ho scattata proprio lì e ci sono molto affezionata, è la testimonianza di un momento magico.

Tutte le foto sono state scattate da me durante quella vacanza-studio. Spero vi piacciano e vi consiglio vivamente di visitare Marrakech, è una splendida città! 🙂

How to start?

How to start?

Da dove iniziare? Direi dal perchè ho creato questo blog.
L’ho creato perchè amo scrivere, di qualsiasi argomento, moda, arte, libri, e amo disegnare, dipingere, fotografare, scoprire il mondo.
Tutti hanno bisogno di uno sfogo, di esprimere ciò che pensano. Questo blog sarà la mia valvola di sfogo, il mio angolo di tranquillità, dove scrivere di ciò che amo e condividerlo con voi, perchè no!
La foto che vedete sopra è stata scattata un paio di anni fa da me. Mostra il mio amore per la natura e sopra ogni cosa, per la primavera. Questa primavera che purtroppo ancora tarda ad arrivare a stiepidire le giornate. Il sole si fa desiderare in questi giorni, e i fiori iniziano pian piano a sbocciare. Ecco perchè mi trovo a rivedere queste foto primaverili. Quasi fossero un incitamento alla primavera ad arrivare prima possibile.
Spero che la foto vi piaccia,
Un abbraccio!